.... corro perche' sto scappando; ma non ditelo in giro...

mercoledì 26 febbraio 2014

dalle stelle alle stalle ....


tralascio il periodo dantesco che sto attraversando e mi concentro solo sull' ultima settimana di corsa..
nel bel mezzo della rifinitura di Ancona mi ritrovai in una quasi broncotracheite , dopo lo specifico di venerdi a mezzogiorno mi son beccato sta maledetta cosa che mi fara ' saltare l'ultimo test / specifico prima del 1500.. Uniamoci lo stop domenicale ed altro un bel weekend di m....

Guardiamo avanti, marzo pazzerello e' alle porte cosi come diverse cose in progetto..
Vediamo se si concretizzeranno..

vi metto solo due specifici ,uno della settimana scorsa e uno di due settimane fa..

14/2 ) 4,300 Km di riscaldamento + 3x600 ( 1.52- 1.51 - 1.51 ) recupero 4' fermo + 3x400 (1.12 - 1.12 - 1.13 ) recupero 2' da fermo .

21/2) 3,150 km riscaldamento + 3x1000 ( 3.19- 3.21 - 3.20 ) recupero 2' fermo + 3x600 ( 2.00 -2.00 -2.00) recupero 1.45 da fermo.

dalle stelle alle stalle ma se e' vero che dai diamanti non nasce niente ma dal letame nascono i fior....
devo ancora capire pero' se su un anello d'oro ci metti dello stallattico  e' "per sempre" anche li.. e soprattutto se e' gradito ..  boh....

le belve

ciao
pimpe

giovedì 20 febbraio 2014

adidas . miCoach SMART RUN

Sto testando questo gioiellino... vi faro' sapere  


   

miCoach SMART RUN

Indossalo e porta il tuo allenamento a un livello superiore. miCoach SMART RUN fornisce un mix intuitivo e avanzato di coaching e analisi delle prestazioni, progettato per aiutare ogni runner ad ottenere il massimo in ogni allenamento o gara. Semplice ed efficace, è dotato di sensore frequenza cardiaca continuo senza bisogno di cinturino sul petto, tracking GPS, Bluetooth 4.0, lettore musicale wireless, WLAN e touchscreen a colori. (Per attivare, utilizzare e aggiornare questo prodotto, è necessario disporre di un PC o Mac, una connessione WiFi a internet e un account utente miCoach. Inoltre è necessario accettare i Termini legali e della Privacy e le Informazioni sulla garanzia.)
  • Coaching cardio in tempo reale con i piani di allenamento miCoach realizzati da allenatori d'élite; allenamento Strength and Flexibility con animazioni visive; schermate di allenamento personalizzabili; riepilogo dell'allenamento; funzionalità di orologio e timer; 4GB di memoria per dati e musica
  • Coaching disponibile tramite messaggi visivi; auricolari wireless in vendita separatamente per l'ascolto di coaching audio e musica
  • Sensore frequenza cardiaca completamente integrato e senza bisogno di indossare cinturino sul petto; tracking di velocità, distanza, cadenza e percorso basato sul GPS; interazione utente con un solo pulsante; sincronizzazione invisibile con miCoach.com per aggiornamenti automatici; miCoach SMART RUN necessità di un accesso a internet tramite WLAN per la configurazione iniziale e la sincronizzazione dei dati
  • Schermo: LCD TFT 1.45” transflettivo a colori, touchscreen 184px x 184px; Batteria: 410mAh a ioni di litio, tempo di caricamento massimo 4 ore
  • Autonomia: Coaching con musica: fino a 4 ore; Modalità Maratona senza musica: fino a 8 ore
  • Materiali: Cinturino in silicone morbido al tatto; lunetta, chiusura e dettagli in acciaio inossidabile; fondello in magnesio; Peso: 80 g


martedì 18 febbraio 2014

Winter Trail - Vogogna


Domenica 16/02/14

Terza edizione per il winter trail a Vogogna organizzato in maniera impeccabile dall' atletica avis ossolana e dall' unione sportiva vogognese. 260 partecipanti per una manifestazione podistica che merita sicuramente altre cifre di partecipazione. Percorso con partenza e arrivo a Vogogna che si snoda dal borgo antico passando per le rive del Toce ed il bosco Tenso a Premosello . Il tutto come dicevo ben presidiato e curato dai numerosi volontari presenti.

Arrivo al ritrovo molto presto per i miei standard, ore 8 , gia iscritto, approfitto per chiaccherare con un po' di amici. Poi dopo un leggerissimo riscaldamento foto di rito in partenza...


Ore 9.30 , via.....

la mia intenzione era quella di fare un buon medio su un terreno quasi tutto sterrato senza esagerare in ottica Ancona. Il via e' in direzione del vecchio borgo con suggestivo passaggio sotto il castello Visconteo ed uscita verso il toce (km1 in 3'57") . Sto correndo con  Michela che prova a scrivere il nome nell'albo d'oro anche di questa manifestazione, e' in terza posizione dietro a Daniela Maestroni 50 metri e a Manuela Brizio circa 100m. Non c'e' fretta la gara e' lunga. Proviamo comunque a saggiare le gambe al km 2 sui primi sterrati e alziamo il ritmo riagganciando Daniela , 3'52" la media, allungando poi leggermente ;
nel km successivo ci riportiamo sulla Brizio  restando poi a ruota. Km 3 in 4'03" .
Adesso siamo in riva al toce , forse il pezzo piu' bello. Si e' sganciata leggermente Daniela. km 4 in 4'05".




proseguiamo in fila mantenendo le energie per la seconda parte dove i miei informatori mi hanno parlato di terreno pesante. Rimaniamo incollati a Manuela , km 5 in 4'08" e km 6 in 4'10" poi entriamo nel bosco Tenso, prendendo la ciclabile.

Noto un rallentamento dell'andatura  quindi, mi porto in testa al gruppetto e provo a dare una strigliata, facendo cenno a Michela di seguirmi.

7 km in 4'14" , adesso proviamo ad allungare e funziona , Manu si sgancia piano piano si vede che non e' al top , sarebbe stata altra storia;  il km 8 e' a 4'02" , invertiamo rotta e rientriamo verso Vogogna , nono con parte in asfalto a 4' netti. Bene adesso abbiamo un po' di vantaggio . Ripassiamo su sterrato , km 10 in 4'05". Abbiamo margine per affrontare il pezzo pesante. Con noi c'e' Salvatore che tiene bene anche lui ,km 11 in 4'03".


Adesso pero' si attacca il pezzo fangoso con buche allagate anche se, a dire la verita', dopo Gattico e soprattutto dopo Santa Cristina queste due pozze fan sorridere .. Comunque i tre km a seguire che costeggiano la ferrovia sono i piu' lenti. Da dietro pare non sopraggiunga nessuno, pare.. km 12 in 4'12" , km 13 in 4'17" ..
Qua ci accorgiamo difatti del tentativo di rientro da parte di una runner . Due calcoli sulla distanza  di vantaggio, una iniezione di fiducia e via , dentro nel mitico canale, un su e giu spacca gambe e ritmo.. Ma per noi no, fortunatamente.
Scatta il km 14 in 4'12". Adesso via veloci , si allunga per segare il morale di chi insegue.

Il pezzo e' quello iniziale sempre in ghiaietta , 4'07" il km 15. Oramai e ' quasi fatta , ultimi sforzi. Via a tirare , e si viaggia km 16 in 4'02". La rientrante e' sotto controllo.

Ultimo tratto prima all'interno del torrente da dove si risale dalla scaletta in cemento, poi dal centro di Vogogna verso la palestra dove c'e' finalmente l'arrivo.. km 17 a 4'06" , 160 metri e  compito svolto, mi defilo leggermente e arrivo .


Chiudo in 1h 10' 22"  i 17,160 km media 4'06" / km . 27esimo.

Calcolando che il venerdi pomeriggio lo specifico per i 1500 metri (il primo) e' andato benone , come non essere contento (3x600 recup.4' da fermo + 3x 400 recup. 2' da fermo in 1.52 , 1.51 , 1.51 . 1.12 ,1.12 ,1.13) dopo piu' di 30 anni aver rimesso le chiodate...... ;-)

intervista con lo Zio Gio' e bottiglia .
classifica (dal sito avis ossolana) :

1° a tagliare il traguardo è stato Frassetti Ennio, che ha concluso la sua prova in 1h00’50″, 2° Rainelli Marco 1h01’22”, mentre Trisconi Stefano si è piazzato al 3° posto, con il tempo di 1h01’33”; a seguire troviamo 4° Fasolo Alfredo, 5° Bernardini Mauro, 6° Ferrigato Paolo, 7° Spadea Alessandro, 8° Dola Michael, 9° Pirazzi Mauro e 10° Bertona Marco. In campo femminile: 1° posizione per Piana Michela con 1h10’22″, 2° Ragonesi Melissa con 1h10’50”, 3° Brizio Manuela con 1h12’06”, 4° Maestroni Daniela e 5° Colonna Elena. Il percorso “corto” da 7 Km ha visto giungere per primo al traguardo Corrado Massimo, che ha concluso in 25’20”, precedendo Villaraggia Luca e Toniolo Fabrizio; in campo femminile la prima con un tempo di 36’10” è stata Belardelli Chiara, che ha preceduto Balsari Maura e Albonico Alice.
Ancora per la prova sui 17 Km ricordiamo: la prima Avisina Gallo Gabriella e il primo Avisino Persini Alessandro e il primo Vogonese Guglielmi Massimo

qua le foto dal sito ufficiale  by Silvia Conti

alien

luigi

alien all'arrivo

luigi all'arrivo

Michela all'intervista con Giovanni

Rinnovo ancora i complimenti all'organizzazione tutta e ricordo l'appuntamento per l'8 Giugno con la prima edizione della mezza maratona ossolana organizzata sempre dall' atletica avis ossolana.

info al sito ufficilale QUA


ciao
Pimpe

martedì 11 febbraio 2014

Ammazzainverno a Pettenasco.


Domenica 9 febbraio

Pettenasco si presenta col sole a celebrare la sua prima nel circuito dell'ammazzainverno.
Mattina  fredda , sino a quando il sole ha deciso di far capolino dalle montagne a ridosso dell'abitato. Il percorso me lo aspettavo piu' scorrevole invece gli organizzatori estraggono dal cilindro un vero e proprio gran premio della montagna con un finale veloce che ricalca parte del vecchio cross d'autunno,  famoso negli anni scorsi.


Ci compattiamo tutti e 307 partenti nella piazzetta e puntuale ore 9.30 il via..
Subito a paletta ci dirigiamo in salita verso la stazione ma dopo alcuni metri passiamo su uno stretto stradino in ciotolato con il ponte sopra la ferrovia dove si scivolava in salita.... !
Gia questo ti scaldava le orecchie, ma per fortuna appena sopra la strada spianava e dopo pochi metri lo sterrato lasciava posto all'asfalto. Via verso Crabbia, km 1 in 4'14" . Dopo 600 metri a Crabbia giriamo al tornante e prendiamo la salita verso Pratolungo , passo al km 2 in 4'04"/km . Sono nono assoluto . Passiamo al termine della salita ad un tratto sterrato vicino alla cascina dove la strada diventa un sentierino a fianco ad un piccolo torrentello , si scende leggermente km 3 in 4'05"/ km .

Passo al settimo posto e adesso affronto una rampa in asfalto ripidissima di quasi 300 metri.. davvero un muro a detta di tutti impossibile da correre... Arrivato in cima curva a destra sterrato e giu, inizia la discesa dove dopo un centinaio di metri vengo superato dall'amico Zambonini che a scendere e' una moto..

km 4 in 4'35". Adesso siamo in fondo alla discesa passiamo sotto l'alto ponte ferroviario e rientriamo in Pettenasco dove affronto il tratto , molto bello , di curve e controcurve a gomito negli stretti vicoli del paese..
Poi il rettilineo dove vedo Zambo che ha agganciato il sesto e viaggia assieme.. Provo ad allungare leggermente . Passiamo la strada principale e prendiamo per il lungolago km 5 in 3'28"...
Mi rendo conto che c'e' un po' di bagarre tra i due , tengo la mia posizione anche perche' adesso il tratto del vecchi cross d'autunno non e' il massimo per recuperare .. costeggiando tutto il lago arrivo al ponticello antistante all' Approdo dove scatta il km 6 in 3'43" ; una stretta curva a sinistra ci riporta verso la chiesa e l'arrivo dove giungo a pochi secondi dai due davanti in ottava posizione.. Bel modo di festeggiare i 47 anni compiuti sabato ;-)

25'28" i 6,47 km media 4'01"/km ottima per questo percorso a me non congeniale.. ;-)  8 su 307 partenti.

vince il magico Trisca Trisconi che si trova perfettamente a suo agio su questo tipo di percorso ..



Classifica : Trisconi , Salterelli, Pignatiello, Saligari, Carlini,Lanino, Zambonini, il Pimpe, Grassano, Villaraggia.
Femminile: Annalisa Diaferia, Mara Tonoli, Laura Pagani, Angela Anni, Turtora Patrizia.

Prossimo appuntamento a Vogogna per il winter trail e a San Maurizio per l'ammazzainverno.
ciao
Pimpe

martedì 4 febbraio 2014

AMMAZZAINVERNO A VERBANIA PALLANZA


Domenica 2 febbraio

A poco piu' di 12 ore dal Trail di Santa Cristina , ci ritroviamo a Verbania Pallanza per la tappa dell'ammazzainverno. Le gambe sembrano a posto ma chiaramente correre per 13 km in quelle condizioni qualche segno l'ha lasciato..
Poco male, un breve riscaldamento con Ale , un caffe' e via siamo in partenza.

Io mi piazzo nella seconda meta' del gruppo dei 273 partenti per non farmi tentare da un ritmo azzardato ; non piove e questa e' gia una buona notizia.


Partenza e subito il gruppo trascinato dai big si sfila sulla larga piazza antistante il lago. Dopo 500 metri di leggera pendenza si attacca la salita della castagnola con altri 600 metri decisi .. Io qua mi sento a casa, mi porto a destra della fila e salgo al mio passo che dopo le numerose ripetute in salita di novembre e dicembre risulta essere piu' che buono. Ribecco Alien quasi in cima , km1 in 4'13" dopo cento metri si scende per altri 300 e poi su per il salitone finale alla sommita' della collina verbanese dove scatta il km 2 in 3'56".


Adesso un bel chilometro a scendere dove non spingo eccessivamente ma tengo i runners davanti. km 3 in 3'42". Siamo a fianco dei giardini di villa taranto, una lunga S ci porta dopo poco davanti e affrontiamo l'ultimo tratto di salitella oramai sul lungolago. Km 4 in 3'52". Vedo davanti un po' di persone poi penso a slegare le gambe dalla fatica della sera precedente e allora provo a tirare.. Prima sensazione di fatica ma dopo pochi metri rispondono a meraviglia allora via.. mi faccio sotto e piazzo un km a 3'30" (km5) , per poi terminare i 678 metri finali a 3'22".  21 esimo in 21'34" media 3'48"/km e su sto percorso partendo calmo e' ottima ;-)

Vincono Ennio Frassetti su Mattia Scrimaglia terzo Luigi Sorrenti, seguono Giorgio Pierobon , Paolo Boneschi. Ottavo il socio Ale Lacqua e undicesimo Alessio Corghi in crescita.
Femminile: bissa il successo al trail della sera prima Michela Piana seguita da Elena Colonna autore di un ottimo tempo in mezza a Novara la settimana prima , terza la nonna volate, come ama definirla Sandro Botelli, Gabriella Gallo a seguire Gio' Cerutti e Romina Caretti.

Tra gli avisini premiati Matteo Lanino e Enrico Zambonini e tra le donne Daniela Margarini e Maria Muraro.


Prossimo appuntamento domenica a Pettenasco per l'ammazzainverno, 6k , e a Ghemme per l' invernal trail 11/20 km.

ciao
Pimpe


lunedì 3 febbraio 2014

Santa Cristina - la carica dei 300


Nella contea di Santa Cristina , sotto l'egida delle due fate Barbara e Cecilia, scatta questa avventura.
Con il carro giungiamo sul posto, parecchi presenti, Furio del antro dei leprorsi di Masera e Patty iena di Gravellona, ci accolgono davanti alla locanda piena di avventori. Io Ale e Miki ci presentiamo a confermare la nostra presenza e ci viene dato un lasciapassare per l'arrivo. Illuminata e' la notte del paese da fuochi e personaggi di giallo vestiti che ci dicono essere i guardiani della strada. Tutto magico questa sera.. Il tempo scarica imperterrito l'acqua sulle nostre teste e sulla via da percorrere.

Ci cambiamo assieme ad altri sotto la locanda che ci aspettera' calda al ritorno.
Si esce con strane luci sulla testa e fasce sui capeli, le armature leggere ci proteggono dall'incessante pioggia che il malvagio mago scatena ..
Andiamo a preparare la partenza, ci dicon di stare attenti , il terreno e' infimo e gli orchi sono dappertutto.
Ma su questi sentieri non abbiam paura , le fate ci han sempre protetto , sono i malvagi ad aver paura di loro.


Pochi istanti ed e' il via.. Partiamo veloci ed e' subito ingresso nel fango, luci e fango, le nebbie che il mago ci manda rendono difficile vedere anche dove appoggiare i piedi.. Ale e Furio allungano subito io rimango tranquillo a fianco della principessa degli elfi della valle .
Il lungo serpentone dei 300 si defila nella notte, appena illuminata dalle torce. Dei pezzetti di carta magica che si incendia segnan perfettamente il tragitto da compiere.. Dopo pochi chilometri la scalinata del tempio cristiano a pesare sulle gambe gia provate dai lunghi e incessanti tratti fangosi.
Saliamo tra le torce dei guardiani del percorso e scendiamo nelle vigne a ridosso della collina. Poi via nuovamente con i nostri "sandali" che faticano a tenerci in piedi.. Eppure non cadro' mai.. e sono uno dei pochi.. Il freddo non si sente, la canotta dono di gente del futuro, che saran detti alieni , fa da scudo alle intemperie. Stiamo scappando e portiamo l'anello con noi.. Nessuno puo' fermarci ora.

Arriviamo alla scalinata che affronto sempre per tradizione correndo da cima a fondo, salgo e trovo Oliver della contea locale che suona ,col gruppo ,al ristoro della fattoria, dove mi fermo a bere dell'ottima bibita orientale, poi riparto.

Seguiamo sempre il gruppetto che ci scorta senza notarci troppo e siamo oltre la meta' del percorso. Adesso ci inoltriamo in boschi di alberi piu' alti , la campagna circostante e le nebbie lasciano il passo alle colline impervie dietro la contea e il fango per fortuna sembra diminuire.. Percorriamo un lungo tratto dritto , sali e scendi che sembrano eterni ma e' solo un ultimo sforzo..
Un caldo falo' all'ultimo dei chilometri percorsi presidiato dai soldati del comandante Demilianz promette cibo e birra all'arrivo..

Sbuchiamo dai boschi e affrontiamo un ultimo tratto in piano , finisce lo sterrato , una via di fiaccole a scaldare le anime e dopo le prime case della contea siamo all'arrivo tra le feste dei folletti cristinesi e delle fate che ci accolgono.. E' fatta, e la princess e' arrivata prima ; ottimi anche Ale e Furio 15 e16 .


Cibo e birra menabrea per tutti.. siamo a casa!  Siamo a Santa Cristina!


Vincono Marco Zarantonello, seguono Cristiano Bertinotti , Marco Tiozzo .
Michela Piana e a seguire Julia Baykova , Cristina Fumagalli.

LA CLASSIFICA

Premiati e festeggiati , e pure il sottoscritto che vince l'oscar alla carriera di santa cristina! ;-)
( e non me l'aspettavo ).....



the paraculs king





mitiche fatine , vi dobbiamo sempre tantissimo..!



Alla prossima edizione.

articolo di botelli

Pimpe del regno di alien-follies ;-)